Bangladesh

Le opere letterarie più conosciute del Bangladesh sono quelle dei grandi poeti bengalesi Rabindranath Tagore e Nasrul Islam.

Recentemente la fama di questi grandi artisti è stata oscurata dal furore che si è scatenato intorno agli scritti di Taslima Nasreen,  scrittrice e attivista per i diritti delle donne (visita il sito ufficiale).

Uno dei temi ricorrenti nella poesia di Nasreen è l’idea di oppressione che le donne subiscono da parte dei loro coniugi. Ha  ricevuto minacce di morte da parte di alcuni gruppi fondamentalisti  per aver criticato apertamente l’oppressione della donna.

 

Matrimonio felice di Taslima Nasreen

La mia vita,
come un banco di sabbia, è stato ripresa da un mostro di un uomo.
Vuole il mio corpo sotto il suo controllo
se vuole può sputarmi in faccia,
mi schiaffeggia la guancia
e mi pizzica posteriore.
Se vuole mi può rubare i vestiti
e prendere la mia bellezza in pugno.
Se vuole può tirarmi fuori gli occhi,
e incatenarmi i piedi,
se lo desidera, può, senza scrupoli di sorta,
utilizzare una frusta su di me,
tagliarmi le mani e le dita.
Se lo desidera può cospargermi di sale nella ferita aperta,
può buttarmi pepe nero negli occhi.
Se vuole può tagliarmi la coscia con un pugnale.

Voleva il mio cuore sotto il suo controllo
in modo che io lo amassi:
nella mia casa solitaria di notte,
insonne, piena di ansia.
Vorrei aspettarlo e singhiozzo.
Le mie lacrime rotolano giù, vorrei cuocere il pane fatto in casa;
così che vorrei bere, come se fossero ambrosia,
i liquidi sporchi del suo corpo poligami.
Amandolo, mi sciolgono come cera.
Vorrei dare prova della mia castità per tutta la vita.
Così che, amandolo
in alcune notti di luna vorrei suicidarmi
in un momento di estasi.

taslima


Taslima Nasreen

CONTEXTUS © 2009      |     All Rights Reserved

Webmaster: Gabriella Gallizia - Defence for Children International